Cos’è Twitter?

Twitter è stato creato nel 2006 da un team di 10 persone di una società di San Francisco che si chiama Obvious, ed è un incredibile mix di messaging, social network, microblogging e qualcosa che si può chiamare ‘presenza’ come scorciatoia di un concetto che vuole le persone ‘always on’ – sempre connesse.

I ‘Twitterers’ o ‘tweeters’ inviano e ricevono brevi messaggi, chiamati ‘tweets’ attraverso un sistema di istant messaging dal sito web ufficiale twitter.com, oppure attraverso smartphone e telefoni cellulari.

Per poter inviare e leggere i messaggi l’utente deve essere registrato sul sito, e lo fa attraverso il web oppure gli smartphone. All’accesso viene posta una semplice domanda ‘Cosa c’è di nuovo?’, a cui gli utenti possono rispondere usando al massimo 140 caratteri.

Mentre alcuni tweets hanno una profondità nell’ esprimere un concetto, molti altri sono banali e prevedibili.

A differenza di tutti gli istant messaging in cui i messaggi possono essere condivisi esclusivamente nel proprio giro di amici, in Twitter i messaggi possono essere letti da tutti e chiunque, anche, quindi, gli sconosciuti. Gli utenti possono ‘iscriversi’ e ‘follow’ – seguire – qualsiasi persona ritengano interessante.

Nella sua breve storia, Twitter è diventato un importante strumento di marketing per le celebrità, i politici e le imprese, soprattutto negli Stati Uniti fornendo un livello di confidenza come non si era mai visto prima, oltre a dare al pubblico la possibilità di parlare direttamente al mondo intero.

Lascia un commento

*