Android: un OS con crescita impressionante

Android OS, il sistema operativo open source per smartphone*, è stato lanciato appena due anni e mezzo fa ed ha ottenuto una escalation impressionante nel mercato, tanto da guadagnarsi la leadership superando ogni più rosea previsione.

Ora Google, produttore della piattaforma, sta spingendo al massimo per aumentarne la distribuzione.

I numeri sono abbastanza chiari: nell’ultimo trimestre del 2009 Android ha ‘venduto’ 4,7 milioni di licenze con l’8,7 % di del mercato su 53,7 milioni OS venduti. (dati relativi al mercato dei soli smartphone)

Nell’ultimo trimestre del 2010 Android ha ‘venduto’ 33,3 milioni di licenze con il 32,9 % del mercato su 101,2 milioni di OS venduti.

Fonte Canalys

Il precedente leader di OS per smartphone, Nokia, ha venduto nello stesso trimestre del 2010 31 milioni di OS con i 30,6 % (era al 44 % nel 2009). In prospettiva Android ha venduto il doppio di Apple (iOS) e Blackberry (RIMM) i cui numeri sono rispettivamente 16,2 milioni e 14,6 milioni, con il 16 % (invariato dal 2009) ed il 14,4 % (20 % nel 2009) del mercato.

Essendo un sistema opensource, Android può essere installato su qualsiasi dispositivo, praticamente a costo zero per il produttore dell’hardware.

E’ evidente che gli interessi in gioco sugli smartphone sono diversi a seconda del brand.

A Google interessa avere il proprio sistema sul maggior numero di dispositivi possibile per continuare a dominare la pubblicità (sul web sono già leader) anche sul mobile,

Ad Apple invece interessa mantenere una fetta di mercato diversa e fare utili mostruosi alle spalle di persone che sono disposte a pagare prezzi più elevati.

* Uno smartphone, o telefono intelligente, è un telefonino cellulare evoluto che abbia, oltre alle funzionalità di telefono, anche la capacità di gestire e memorizzare dati personali dell’utente, come immagini, filmati, mail etc.

Lascia un commento

*